La testa in ordine

Hai passato anni interi a raccomandarti “Ti prego, testa sulle spalle!”. Al telefono, quasi ogni sera.

Ora mi telefoni al mattino e mi dici che provi a intrecciarti foulard intorno alla testa e ti ci diverti anche (che grinta!).

Io mi ricordo di te che indossavi fazzoletti alla contadina. Non mi piacevano, sembravano quelli che vedevo nelle illustrazioni dei libri per bambini sul Vietnam. In casa ne circolavano tanti.

Ora mi dici che hai provato a rimetterteli quei fazzoletti, ma non ci credi più. Gli echi della tradizione che allora ti inorgoglivano ora ti appesantiscono e ti invecchiano.

Ora mi dici che ti conosci meglio e che vuoi sperimentare, ora dal letto scambi messaggi con la tua amica costumista e sognate insieme di lanciare la nuova linea “chemio”.

Io un po’ sorrido e un po’ trattengo le lacrime.

Ora sono io che mi raccomando “Ti prego, tieni la testa in ordine. Al telefono, ogni mattina.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...