Da grande farò… – Episodio 2

foto

Cammina cammina, con il passo distratto dei bambini, siamo giunti al secondo episodio del Gran Tour dei Mestieri. Questa volta siamo andati a scoprire cosa si nasconde dietro a una delle passioni più grandi delle due pulci: la pizza.

Dobbiamo innanzitutto ringraziare il ristorante-pizzeria IRMA, di Guamo, vicino a Lucca, notissimo nella zona per la sua Homer, zafferano, cipolle e salsiccia, e il per il maxi hamburger, che, se avesse un nome, si chiamerebbe Fred (Flinstone).

Nonostante mancassero poche ore al delirio del sabato sera, lo Staff di IRMA ci ha accolto con il sorriso sulle labbra e, con una pazienza biblica, ci ha mostrato e fatto provare tutte le fasi della lavorazione. Ci siamo imbiancati i capelli con una nuvola di farina, abbiamo messo le mani (e anche un po’ i gomiti) in pasta, ci siamo arrostiti le guance a furia di controllare il forno e ci siamo lasciati crescere dei gran baffi di pomodoro e mozzarella intorno alla bocca.

Come al solito, è stato un pomeriggio a passo doppio. Gli adulti che cercavano di far arrivare dei messaggi “seri”, i piccoli che restituivano la loro versione dei fatti.

Fare il pizzaiolo secondo i grandi.

L’organizzazione: “Quando si comincia a lavorare, si parte dal pulito. Ogni ingrediente ha un suo contenitore, ogni strumento un suo posto, tutto è igienizzato e ordinato. In questo modo si va veloci e non ci si dà noia, anche in uno spazio ridotto.” Nessuna reazione delle pulci.

Il tempo (inteso come produttività): “Lavoriamo comunque 8 ore, ma lo facciamo quando gli altri si riposano. Ha i suoi pregi e i suoi difetti, ad esempio il lunedì possiamo andare a spasso, ma tutti gli altri lo hanno fatto la domenica e così il lunedì sono al lavoro.” Pulci con facce assenti nello sforzo di ricordare la corretta sequenza dei giorni della settimana.

La manualità: “Abbiamo imparato proprio come state facendo voi. Ci siamo messi al fianco di chi conosceva già il mestiere, abbiamo fatto domande, abbiamo provato e spesso abbiamo sbagliato. Poi, dopo un po’, non devi più stare a misurare e controllare. Sono le mani che imparano e ti dicono se la consistenza della pasta è quella giusta.” Un barlume di intesa: lo sanno, le pulci, quante cose si possono scoprire ogni giorno con le mani.

Diventare pizzaiolo secondo i bambini

La forza: “Non riuscivo a fare i buchi con quella rotella, dovevo spingere di più. Ma se pigio troppo, a scuola, la maestra mi dice che buco il foglio! Quindi a volte devo essere forte, a volte no. Ti immagini quanto forza ci vuole per costruire una casa?” Nota della mamma: trovare un muratore disponibile a partecipare al Gran Tour.

Il tempo (inteso come vita): “Sì, mi piacerebbe fare il pizzaiolo. Anzi mi piace già ora. Comincerei subito, ma chi ci va a scuola? Forse meglio cominciare dopo… tu che ne dici, mamma?” Direi che sono d’accordo, ma taccio.

La soddisfazione: “A me più di tutti mi è piaciuto quando abbiamo assaggiato la pizza… E anche la focaccia. Nella focaccia il sale l’avevo messo io, eh?… Ho sete, mi dai subito tanta acqua!” Appropriato!

La potenzialità: “Con le due palle di pasta che ci hanno regalato” pure il regalo ci hanno fatto da IRMA! “la cena la faccio io. Preparo subito una pizza, ma non come fai tu, papà… La faccio proprio io, eh?” Per chiudere in bellezza, ne è seguita una breve tempesta testosteronica su chi sia l’uomo di casa che davvero custodisce il segreto della pizza, ma questo non ha impedito a noi femmine di continuare ad amare i maschi.

Nuova esperienza, nuove considerazioni: ancora una volta non è molto, ma è un inizio. Perché, come dice Annamaria Testa, per essere creativi (e quindi per vivere bene, aggiungo io) occorre avere un mucchio di prime idee e occorre saper selezionare. E con il Gran Tour dei Mestieri cerchiamo di fare almeno una prima metà del lavoro: regalare alle nostre pulci spunti e stimoli, lasciando a loro il duro compito di prendere o buttare, negare o abbracciare, espandere, elaborare e riformulare, fino a trovare l’idea giusta da cui partire per percorrere la propria strada.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...